Miglior prestito per braccianti agricoli: descrizione, preventivo, caratteristiche

Indice dei contenuti

Tra le diverse tipologie di prestiti che oggi puoi trovare sul mercato economico troviamo i prestiti cosiddetti agricoli o per braccianti agricoli. Si tratta in buona sostanza di finanziamenti che sono studiati per soddisfare tutte le esigenze di tutti gli individui che lavorano nel settore dell’agricoltura. Sono una forma di finanziamento di tipo finalizzato che ovviamente è molto diverso dal classico prestito personale. Si tratta di una differenza che indica il fatto che non occorre solo essere dei braccianti agricoli per presentare la richiesta di un finanziamento di questo genere.

A chi è rivolto il prestito per braccianti agricoli?

Anzitutto, occorre dire che i finanziamenti per l’agricoltura sono rivolti solo ed esclusivamente ai lavoratori autonomi. Si tratta infatti di uno dei requisiti principali per richiedere questi tipi di prestiti per braccianti agricoli. Questi prestiti aiutano i braccianti agricoli a svolgere delle attività e dei lavori che richiedono spesso delle spese particolarmente elevate che non riescono a sostenere in autonomia. Naturalmente le spese che devono essere svolte dai braccianti agricoli devono essere strettamente legate all’attività agricola che viene svolta.

Tra le diverse tipologie di finanziamenti agricoli di cui oggi si può godere troviamo ad esempio i finanziamenti agricoli a fondo perduto. I prestiti agricoli a fondo perduto sono uno degli incentivi rivolti al settore dell’agricoltura per l’assegnazione di questi finanziamenti. Di solito ci sono dei bandi che vengono pubblicati e a cui si può presentare domanda anche semplicemente on-line. Il prestito agrario permette di svolgere diverse attività per sviluppare e ampliare ad esempio la propria attività agricola.

Ad esempio, in questo modo si può avere il denaro necessario per l’acquisto dei mezzi che sono necessari per l’acquisto di animali, macchinari o anche di altri materiali che sono importanti per lo svolgimento di questo tipo di attività. Di solito i prestiti per braccianti agricoli prevedono una modalità di rimborso che non supera i 10 anni

.

A chi si possono richiedere?

I prestiti per braccianti agricoli oggi vengono erogati da tutti i principali istituti di credito e anche da molte finanziarie e da banche. Per ottenere un prestito per braccianti agricoli occorre richiedere la documentazione necessaria per ricevere uno di questi prestiti occorre quindi attestare l’attività lavorativa che si sta svolgendo. Questa deve essere già avviata da un certo periodo di tempo e occorre presentare tutta la certificazione per dimostrare di possedere tutti i principali requisiti previsti per l’ottenimento di questo tipo di prestito.

Quali requisiti sono richiesti?

Per ottenere questo tipo di prestito occorre dimostrare di possedere una proprietà o un terreno agricolo e che si abbia anche quindi la volontà di ampliare la propria azienda e la propria attività. Spesso si tratta di prestiti abbastanza semplici da ottenere e che possono avere dei piani di ammortamento anche abbastanza agevolati. Oggi molte finanziarie e vari istituti di credito offrono quindi diverse soluzioni anche cosiddette a breve termine. Si tratta in particolare di prestiti veloci che prevedono delle piccole somme di denaro date in prestito.

Quali sono le principali soluzioni?

Tra le varie tipologie di prestiti per braccianti agricoli ci sono anche quelli per la conduzione dell’attività. Questi sono dei prestiti che sono perfetti per coprire tutte le spese sostenute in attesa della vendita di un certo tipo di prodotto. Spesso si può scegliere una modalità di rimborso rateale oppure anche in un’unica soluzione. I prestiti per braccianti agricoli possono essere concessi anche con una cambiale agraria. Si tratta di una forma di prestito che permette di ricevere un importo di denaro anche abbastanza elevato.

Questo importo può essere utilizzato sia per gestire le spese di gestione ordinaria che anche per l’acquisto di macchinari e di attrezzature che sono importanti per svolgere il loro lavoro. La durata di un prestito per braccianti agricoli è spesso abbastanza flessibile e dipende dalle proprie necessità in alcuni casi la scadenza delle rate può essere semestrale.

Altre forme di prestiti agrari sono ad esempio quelli cosiddetti di impianto o di dotazione. Si tratta in buona sostanza di finanziamenti a lungo termine e che possono essere richiesti per creare da zero oppure anche per ammodernare o migliorare la propria attività agricola. Ad esempio, tra queste ragioni ci può essere la necessità di acquistare un nuovo immobile o un terreno oppure per ristrutturare la propria attività.

Come richiedere un prestito per braccianti agricoli?

Oggi è abbastanza semplice ottenere un prestito per braccianti agricoli. Occorre semplicemente rivolgersi ad una banca o ad una società finanziaria che permette di erogare questi tipi di prestiti. Naturalmente, non tutte le varie soluzioni di finanziamento sono uguali tra di loro nel mercato dell’economia. Proprio per questo motivo è importante quindi fare una buona ricerca al fine di trovare il tipo di prestito per braccianti agricoli che è più vantaggioso per te e per la tua situazione lavorativa.

Occorre quindi informarsi bene confrontando ad esempio tutte le varie offerte. Così, si possono valutare alcuni aspetti in particolare che ci possono far capire se un certo tipo di prestito per braccianti agricoli e quello che può fare al caso nostro, oppure se è meglio optare per un’altra finanziaria.

Oggi sono diverse anche le finanziarie che offrono questi tipi di prestiti per braccianti agricoli anche on-line. Queste soluzioni spesso possono avere dei tassi di interesse più agevolati rispetto a quelli che invece si possono richiedere recandosi direttamente presso una finanziaria locale.

Aspetti da valutare di un prestito per braccianti agricoli

Nel momento in cui si valuta un certo tipo di prestito per braccianti agricoli occorre prendere in considerazione degli aspetti ben precisi e degli elementi molto caratteristici. Tra questi elementi troviamo ad esempio le garanzie richieste, ovvero le tipologie di garanzie che ci vengono offerte con un certo tipo di prestito per braccianti agricoli.

Inoltre, occorre considerare anche il tasso di interesse che viene applicato sui prestiti che ci vengono concessi. Occorre ad esempio controllare il Tan e il Taeg, ovvero il tasso annuo effettivo globale, che deve essere abbastanza ridotto e conveniente per la situazione economica del bracciante agricolo che richiede il finanziamento.

È bene considerare anche altri aspetti, tra cui gli interessi di mora, eventuali condizioni di rimborso che possono essere spesso anche troppo strette e poco agevolanti. Occorre prendere in considerazione ad esempio anche eventuali spese accessorie tra cui le spese di istruttoria. Valuta anche se vengono richieste delle assicurazioni obbligatorie e qual è l’ammontare totale del prestito che ci viene concesso, oltre alle scadenze del rimborso.